Skip to content

ARX CIRCEII – SULLE TRACCE DELL’ACROPOLI DEL PROMONTORIO DEL CIRCEO

Le onde del mar Tirreno colpiscono spumose gli scogli
di roccia bianca del Promontorio del Circeo.

L’acqua si leva alta e brillante tra i riflessi del sole e dall’alto delle mura le isole pontine
poste in sequenza appaiono bellissime in mezzo al mare.
Dovevano essere queste, anche cinque secoli prima dell’anno zero, le immagini e le suggestioni
di chi scrutava l’orizzonte affacciandosi dall’imponente cinta muraria.
Una fortezza megalitica di cui oggi rimangono tracce primordiali avvolte
nella natura selvaggia del Parco Nazionale del Circeo.

Dopo millenni, le grandi architetture protettive della rocca di Circeii rimangono
immobili al loro posto continuando a meravigliare la vista di quanti si avvicinano ad esse.

Sono scudi di antichi guerrieri mitologici che difendono saldi la parte sommitale del Promontorio. I nomi di Ulisse, della Maga Circe, di Roma Antica, di Plinio e di Strabone insistono a trasmettere quel senso profondo di leggenda unita a bellezza.

Attraverso l’escursione in uno dei paesaggi più suggestivi del Lazio, si avrà modo di conoscere la storia di questo luogo di indubbio fascino, addentrandosi nello Zeitgeist di un’epoca in bilico tra storia, leggenda e mito.
Chi fu a promuovere l’opera poligonale nel Latium Vetus?

Le fonti storiche sembrano smarrirsi davanti a questi veri e propri Giganti: alcuni parlano di un antico popolo venuto dal mare…

DISLIVELLO: 400 m
TEMPO DI PERCORRENZA (A/R): 6 ore
LUNGHEZZA (A/R): 10 km
DIFFICOLTA’: MEDIA
PERIODO: da settembre a giugno

Per ulteriori informazioni e per prenotare la tua escursione contattaci compilando il modulo in basso: