Skip to content

CROCE DI CAPREO – UN BALCONE TRA LE CRESTE SELVAGGE DEI MONTI LEPINI

Uno degli angoli più suggestivi e selvaggi di tutto il gruppo dei Lepini, dove si erge la maestosa Croce costruita su un basamento di marmo, voluta nel 1901 in onore di Papa Leone XIII, cittadino di Carpineto Romano.

Immersi nella splendida faggeta di Acqua di Mezzavalle, risaliamo il versante che conduce alla cima per un’escursione tra il fitto del bosco e le silenziose creste rocciose del Latium Vetus.

Il paesaggio è dominato dal carsismo, processo erosivo che ha dato luogo a forme tipiche delle successioni carbonatiche esposte a queste latitudini.

Le meravigliose faggete si presentano rigogliose e a seconda delle stagioni trasmettono emozioni di colori e vesti sempre rinnovate.
Non è raro trovare sul sentiero alcuni faggi secolari crollati a causa degli agenti atmosferici: i tronchi sdraiati a terra lungo il percorso assomigliano a creature mitiche che riposano. Forme e colori gli conferiscono un’anima profonda.

Una volta usciti dalla faggeta un nuovo spazio arioso ci circonda sempre attorniato dagli onnipresenti boschi e giunti sulla cima, sospesi a 1421 m sopra il livello del mare, la vista offre panorami meravigliosi sul versante pontino, sul Monte Lupone e sulla catena orientale dei Monti Lepini.

DISLIVELLO: 650 m
TEMPO DI PERCORRENZA (A/R): 6 ore
LUNGHEZZA (A/R): 10 km
DIFFICOLTA’: MEDIA
PERIODO: tutto l’anno

Per ulteriori informazioni e per prenotare la tua escursione contattaci compilando il modulo in basso: