Skip to content
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

I GIORNI DELL’UOMO CERVO | La Natura delle Mainarde Molisane tra archeologia e miti arcaici

18 Febbraio h: 9:00 - 19 Febbraio h: 19:30

in Piazza Roma, Castelnuovo al Volturno (IS)

Questa la posizione precisa per l'appuntamento: https://goo.gl/maps/PMsbLpGAu6ePxakP9

 

Conoscete la storia dell’Uomo-Cervo, comunemente chiamato dai locali come Gl’Cierv? E le Mainarde molisane custodi di riti ancestrali tra i culti neolitici delle tradizioni nordiche e quelle romane-mediterranee? Avete mai sentito parlare dell’ “Orso delle Mainarde”, il pittore-eremita M’ssiù Mulà e dell’aerea archeologica abbaziale di San Vincenzo? Sapete cosa accade durante i festeggiamenti del Carnevale nella piazza di Castelnuovo al Volturno assieme alle Janare, al Cervo, al Cacciatore e Martino?
Le Mainarde molisane, rifugio di persone, animali e culti, in cui la religione e la cultura popolare trovano la loro fortezza nei monasteri e negli eremi, in cui i “Miti, Riti e Pantomime” si mostrano nell’ultima domenica di febbraio.
Due giorni di escursioni, visite guidate e condivisione profonda in una terra selvatica dove la natura prende forma nella bellezza del Parco Nazionale, una regione di borghi arroccati nell’entroterra in cui la biodiversità si identifica con gli orsi, i cervi, i camosci e i lupi. Una terra aspra, profondamente radicata alle proprie tradizioni popolari, religiose e gastronomiche.
L’antropologia insegna che la storia delle comunità è storia di partecipazione in cui all’interno di un evento ognuno di noi diviene parte integrante di ciò che accadrà.

1° GIORNO

LA “CAPANNA DELL’ORSO” DELLE MAINARDE SUL MONTE MARRONE
Il paesino di Castelnuovo al Volturno è situato sotto la mole del Monte Marrone con i suoi 1805 m di altezza che con la sua forma erbosa e dolce appare sorretto da una parete rocciosa scandita da speroni e torrioni. Immersi in una bellissima faggeta raggiungeremo quello che può essere definito il rifugio montano del celebre pittore francese Charles Moulin, fuggito dai boulevard chiassosi di Parigi nei primi anni del ‘900 per rifugiarsi nella natura molisana oggi tutelata nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. In questo posto da fiaba “l’Orso delle Mainarde” trovava l’ispirazione per comporre le sue tele, in completo isolamento, nel silenzio profondo delle radici dei faggi. Ancora oggi è possibile respirare, una volta varcata la soglia, le suggestioni artistiche dell’eremita-pittore.
Una volta terminata l’escursione ci dirigeremo a Castelnuovo al Volturno per visitare il Museo dedicato al pittore francese.
 
DISLIVELLO: 800 m
TEMPO DI PERCORRENZA (A/R): 7 ore
LUNGHEZZA (A/R): 12 km
DIFFICOLTA’: MEDIA/IMPEGNATIVA
 

2° GIORNO

ANELLO TRA LE SORGENTI DEL VOLTURNO E L’ABBAZIA DI SAN VINCENZO FINO AL “MITO, RITO E PANTOMIMA” DEL GL’CIERV A CASTELNUOVO AL VOLTURNO

– MATTINA
Prima che calino le ombre della sera e l’Uomo Cervo scenda dalla montagna, andremo in visita attraverso una piacevole escursione ad anello presso il sito monumentale dell’Abbazia di San Vincenzo al Volturno luogo in cui sorge l’area archeologica dell’antica abbazia benedettina presso l’Alta Valle del Volturno.
Le origini del monastero, attribuite ai longobardi, sembrano datate circa al primo secolo dopo Cristo.
Le fonti storiche come il Chronicon Vulternense raccontano come l’abbazia fosse allora già uno dei complessi religiosi più importanti d’Europa. Nel 1832 un contadino di San Vincenzo, piantando le vigne, vide crollare il terreno sotto i suoi piedi cadendo in una grotta.
La grotta era una delle cripte antiche dell’abbazia, ma è solo con gli scavi del 1979, grazie ad una delegazione di archeologi britannici, che ci si trovò di fronte ad uno dei siti archeologici alto medioevali più importanti d’Europa.
 
– POMERIGGIO
Una volta terminata la visita torneremo nuovamente a Castelnuovo al Volturno per visitare il “Museo del Cervo” e per prepararci ad assistere ad uno dei Riti più suggestivi del Centro Italia: la celebrazione, che pare sia una ritualizzazione mitica del passaggio dai mesi invernali a quelli primaverili con il conseguente ciclo del risveglio della natura. Una pantomima in cui oltre all’Uomo Cervo, compaiono anche altre figure come la Cerva, il Cacciatore, la maschera molisana di Martino e tra gli altri anche le Janare e il Maone, loro oscuro capo. Balli, danze rituali, gestualità che saranno eseguite sotto le luci dei riflettori e dei fuochi accesi; saranno momenti forti fuori dal “reale” che ci condurranno in un vortice di simbologie dirette trasportarci nel cuore della pantomima.
Alcuni studiosi hanno approfondito attraverso ricerche e saggi questa particolarità rituale dell’Uomo-Cervo trovando collegamenti con le culture profonde del Nord Europa fino al mondo celtico senza tralasciare la cultura sciamanica e quella strettamente sannita. Antropologi ed etnologi insistono sul concetto dell’animale- “spirito guida” dell’Uomo ed è proprio quello a cui assisteremo: nel caso dell’Uomo Cervo di Castelnuovo, lo spirito dell’animale aiuterà la comunità ad uscire dal rigore dell’inverno e la condurrà a una primavera ed una estate ricche di messi e frutti.
 
DISLIVELLO: 150 m
TEMPO DI PERCORRENZA (A/R): 5 ore
LUNGHEZZA (A/R): 8 km
DIFFICOLTA’: FACILE
Escursione in Molise nella festa del carnevale dell'Uomo Cervo
Escursione in Molise nella festa del carnevale dell'Uomo Cervo
escursione in Molise e visita all'Abbazia di San Vincenzo al Volturno
Escursione in Molise nella festa del carnevale dell'Uomo Cervo
Escursione in Molise nella festa del carnevale dell'Uomo Cervo

Percorsi adeguati a chiunque possegga una buona condizione psico-fisica e abbia a disposizione un equipaggiamento e un abbigliamento idoneo.

 

 

SI CONSIGLIA: zaino 20 lt, scarpe da trekking a caviglia alta, bastoncini telescopici, maglia termica, t-shirt, pile caldo, giacca a vento impermeabile o k-way, piumino, pantaloni comodi, maglietta di ricambio, cambio completo per 2 giorni di attività, berretto, guanti, scaldacollo, medicinali personali, occhiali da sole, borraccia per l’acqua (2 lt), frutta e frutta secca, snack pranzo al sacco (per il primo giorno di escursione).
Le Guide si riservano di escludere dalla partecipazione chi non abbia un equipaggiamento adeguato.

Prenotazioni entro il 15 FEBBRAIO 2023 (o raggiungimento sold-out).

Info e prenotazioni:
Flavia – 333 2369614
Fabrizio – 328 0189875

⚫   MIN 4 PARTECIPANTI
⚫   PREZZO PACCHETTO ALL INCLUSIVE – € 168 a persona

LA QUOTA INCLUDE:
✅ Pensione completa (Cena, pernottamento, colazione e pranzo al sacco del 19 febbraio) presso “Locanda Belvedere” di Stefano Rufo a Rocchetta a Volturno.
✅Guide AIGAE per tutta la durata dell'evento
✅Ingresso al Complesso Monumentale San Vincenzo al Volturno
✅Ingresso alla Cripta di Epifanio
✅Ingresso al Museo Charles Moulin
✅Ingresso Museo del Cervo
✅Assicurazione Medica ed assistenza sanitaria in caso di infortuni
✅Spese d'agenzia


Il weekend è organizzato in collaborazione con SISTEMA NATURA – Servizi per l'educazione ambientale e il turismo naturalistico
 e con la gestione di FIASCHETTI VIAGGI – Tour di gruppo, turismo scolastico.

 

Il programma potrà subire variazioni ed essere annullato in funzione delle condizioni meteo o se non si raggiunge il numero minimo di partecipanti.

Per comunicare la propria partecipazione, leggere le informative e compilare i campi più in basso.

Ogni partecipante dichiara di essere in buono stato di salute e nelle condizioni psico-fisiche idonee a sostenere il tipo di attività proposta.
Si impegna, altresì, a rendere noto alle Guide ogni forma di necessità, tipo di alterazione e/o patologie pregresse che possano influire sullo stato di salute e quindi sullo svolgimento dell’attività.

Informativa sulla privacy e consenso al trattamento, alla comunicazione e diffusione dei dati personali (ai sensi degli artt. 13-14 del GDPR 2016/679)

La presente informativa riguarda i dati personali inviati dall’Utente al momento della compilazione dei form on-line.
I dati conferiti volontariamente da parte dell’Utente tramite il form verranno tramutati in un’e-mail che eventualmente potrà essere conservata all’interno del sistema di ricezione di e-mail utilizzato dal titolare del sito.
L’Utente, con la compilazione del form e l’invio del modulo, accetta il trattamento dei dati da parte di La Filibusta Pontina di Flavia Bertellini e Fabrizio Manuguerra.

 

TIPOLOGIA DEI DATI PERSONALI TRATTATI

Per le finalità indicate al successivo paragrafo, trattiamo le seguenti categorie di dati:

  • dati anagrafici, personali e di contatto per la registrazione della prenotazione, del pagamento, per garantire la copertura assicurativa al partecipante e per l’attività di comunicazione istituzionale e di marketing . I dati personali possono essere trattati con strumenti manuali o informatici, idonei a garantirne la sicurezza, la riservatezza e ad evitare accessi non autorizzati.

 

CON QUALI FINALITA’ SONO TRATTATI I DATI

I dati personali forniti verranno utilizzati nei limiti e per il perseguimento delle finalità qui di seguito indicate:

  1. prevenzione del contagio da COVID-19 e relativo adempimento degli obblighi di legge connessi;
  2. attività di prenotazione e svolgimento dell’esperienza con eventuale attivazione della copertura assicurativa;
  3. attività di comunicazione delle esperienze proposte da La Filibusta Pontina di Flavia Bertellini e Fabrizio Manuguerra (di seguito La Filibusta Pontina) in forma diretta ovvero attraverso eventuali partner tecnici con utilizzo di immagini, video, foto, anche su siti di terze parti (ad es. Facebook, Instagram);
  4. attività di profilazione a fini di marketing svolta in via diretta da La Filibusta Pontina.

Dati personali e particolari connessi all’espletamento del servizio saranno utilizzati esclusivamente da La Filibusta Pontina, che si impegna a non diffonderli a terzi se non per ragioni strettamente connesse all’esecuzione del contratto. In ogni caso i dati personali non saranno mai venduti a terzi per finalità commerciali o pubblicitarie. Immagini e video potranno essere utilizzate esclusivamente da La Filibusta Pontina per la promozione dell’attività ludiche e di formazione attraverso l’outdoor anche mediante la pubblicazione su siti terzi (ad es. social network). Immagini e video saranno ceduti in forma anonima anche ai partecipanti alle varie esperienze. I dati potranno essere comunicati a personale e collaboratori operativi per il corretto adempimento delle attività di cui all’oggetto. In particolare, i dati potranno essere comunicati a La Filibusta Pontina per l’erogazione delle attività previste, che assume la veste di Responsabile del Trattamento. Tutti i soggetti sono debitamente informati ed istruiti circa gli adempimenti e le misure da adottare in materia di privacy.

 

COME VIENE EFFETTUATO IL TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati sarà effettuato in forma cartacea e/o con l’ausilio di strumenti elettronici e/o automatizzati, ai quali possono accedere esclusivamente i soggetti autorizzati, nel pieno rispetto di quanto previsto dal Codice della Privacy. La raccolta e la tutela dei dati viene effettuata sotto il controllo dei Titolari.

 

DOVE SONO CONSERVARI I DATI E COME SONO PROTETTI

I dati sono raccolti e trattati su supporti informatici protetti nel rispetto delle leggi vigenti e non verranno in nessun caso e a nessun titolo ceduti a terzi. Potranno essere esibiti soltanto su richiesta dell’autorità giudiziaria. I dati sono custoditi nel computer del titolare del trattamento, protetto da normali e aggiornati sistemi di sicurezza e accesso con password. Parte dei dati potranno essere altresì conservati in hard disk esterni e/o nei principali service providers via cloud computing, operanti anche al di fuori del territorio nazionale (in alcuni casi extra-UE).

 

CHI E’ IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Titolari e responsabili del trattamento dei dati sono Flavia Bertellini Guida Ambientale Escursionistica, via Marte 1 – 04011 Aprilia (LT), 3332369614, flaviabertellini@gmail.com  e Fabrizio Manuguerra Guida Ambientale Escursionistica, via Giustiniano 12 – 04011 Aprilia (LT) , 3280189875, manuguerrafabrizio@gmail.com.

 

QUANTO SARANNO CONSERVATI I MIEI DATI?

I dati raccolti di cui al punto del primo paragrafo saranno conservati fino a 10 anni per le finalità di cui ai punti a., b., c. e d.

 

POSSO CHIEDERE LA CANCELLAZIONE DEI DATI?

Lei potrà, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:

  • di accesso ai dati personali;
  • di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano;
  • di opporsi al trattamento;
  • alla portabilità dei dati;
  • di revocare il consenso, ove previsto: la revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso conferito prima della revoca;
  • di proporre reclamo all’autorità di controllo (Garante Privacy).

I diritti potranno essere esercitati contattando inviando una comunicazione a info@lafilibustapontina.it

I diritti di cui sopra prevedono la modifica e/o la cancellazione definitiva dei dati. Il consenso alle informazioni indicate per le predette finalità è facoltativo e potrà essere revocato agevolmente in qualsiasi momento.