PICCO DI CIRCE – Tra cielo e mare nel segno del Mito

Al termine della foresta del Parco Nazionale del Circeo, ecco che appare un profilo
mitologico che si staglia adagiato come in un sogno sull’orizzonte della Pianura Pontina.

Si eleva, rigoglioso e attorniato da scogliere a strapiombo, il promontorio
del Monte Circeo, con i suoi 541 metri di altezza sul livello del mare.
Impossibile non subire
il fascino selvaggio di questo luogo e non correre con la mente al leggendario Mito di Ulisse.

Giunti ai piedi della montagna non si può non rimanere meravigliati dalla sua forma
elegante, dal suo versante boscoso rigoglioso di lecci o dai vertiginosi salti di roccia che tra
i profumi di macchia mediterranea e sotto il volo dei falchi si elevano sul blu intenso del mare. 

Percorrendo i sentieri che conducono al Picco più famoso del Lazio,
sorprendentemente aerei e ricchi di divertenti passaggi su roccia, la vista si aprirà,
circondata all’orizzonte dalle Isole Ponziane, dai laghi costieri e dalle catene montuose
dell’Antiappennino Laziale.

Un cammino nel segno del Mito, tra cielo e mare per raggiungere il Picco di Circe.

DISLIVELLO: 541 m
TEMPO DI PERCORRENZA (A/R): 6 ore
LUNGHEZZA (A/R): 5 km
DIFFICOLTA’: IMPEGNATIVO
PERIODO: da settembre a giugno

Per ulteriori informazioni e per prenotare la tua escursione contattaci compilando il modulo in basso: